Pagelle rossazzurre: CASTRO GUIDA LA SQUADRA, DEL PRETE ASFALTA LA FASCIA, SCHIAVI GOLEADOR
Sabato 11 Aprile 2015 17:00

 


Scritto da Redazione

 

TOP Castro 7,5
FLOP /

Gillet 6,5: se si esclude il rigore, viene chiamato in causa solo una volta, su un insidioso tiro dalla distanza di Barillá, dove risponde alla grande.

Del Prete 7: fa il Mazzotta della fascia destra, scardinando spesso la difesa di Cosmi. A volte è impreciso sui cross, ma sull'azione del 2-1 mette in mezzo un ottimo pallone al termine di una grande cavalcata palla al piede. Come se non bastasse, in avanti è di gran lunga il giocatore più pericoloso, arrivando per ben tre volte vicino al gol, specialmente al 90’ quando prende la traversa che propizia il 4-1 di Schiavi.

Schiavi 6,5: dalle sue parti, Abate non gli crea nessun problema, mentre in apertura della ripresa realizza l'importantissimo gol del pari. Al 90' arriva addirittura la doppietta con una rete da centravanti puro.

Ceccarelli 6: effettua molte chiusure importanti, anche se a volte arranca sulla velocità di Malele.

Mazzotta 6: l'ammonizione nel primo tempo un po’ lo limita, ma con un Del Prete così può permettersi anche di rifiatare, ogni tanto. In ogni caso è mancata, nel primo tempo, qualche interessante incursione supportata da Rosina.

Sciaudone 6: si sveglia dopo un primo tempo sottotono, lavorando bene sia in copertura che negli inserimenti da dietro, che costituiscono la sua specialità.

Rinaudo 7: si riscatta, finalmente, dopo le ultime gare inguardabili. Perfetto collante tra difesa e centrocampo, intercetta una infinità di palloni (uno lo intercetta con la mano, causando il rigore). Perfetta anche la verticalizzazione per Castro nell’azione del 2-1.

Rosina 6,5: schierato sulla linea dei centrocampisti, oltre ad iniziare l’azione è chiamato a sacrificarsi in copertura. In ombra nel primo tempo, nel secondo è lui a cambiare passo nelle ripartenze. Suo il cross perfetto per la punizione del pareggio rossazzurro.

Castro 7,5: ancora una volta il migliore dei suoi, conferma di aver preso in mano questa squadra. Fondamentale quando salta l’uomo e suggerisce per gli inserimenti di Rosina e Sciaudone. Arriva la prima volta vicino al gol, nel primo tempo, dopo una grande finta, mentre al 62’ corona con un bel gol la sua grande prestazione.

Calaiò 6,5: gara di grande sacrificio per il capitano rossazzurro, impegnato a dare profondità alla squadra e ad appoggiare gli inserimenti dei centrocampisti. Sulla rete del 3-1 che chiude la partita, serve un assist al bacio per Castro.

Maniero 6,5: presenza costante e scomoda nella difesa del Trapani, è sempre in agguato sulle palle vaganti in area di rigore. Al 42’ non riesce a segnare a tu per tu col portiere, ma sull’autorete di Terlizzi c’è il suo zampino. Molto utile anche in fase di contenimento.

Subentrati
Escalante 6: sostituisce Sciaudone a 13’ dalla fine per rinforzare il centrocampo.

Chrapek 5,5: entra anche lui al 77’, al posto di un acciaccato Calaiò, occupandosi di difendere. Fa in tempo a procurarsi un’ammonizione e a fare arrabbiare il suo allenatore per un fallo successivo.

Piermateri S. V.: gioca gli ultimi secondi di un match già abbondantemente chiuso, sul 4-1.




Marcolin 7: sembra aver finalmente trovato il bandolo della matassa, riuscendo a dare equilibrio a una squadra con quattro giocatori molto offensivi. Peccato aver perso tutti quei punti per strada per sperimentare la difesa a cinque.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna